CEA (Collie Eye Anomaly)

È una patologia oculare congenita, anche conosciuta come “Ipoplasia  della Coroide“, provocata da una mutazione genetica recessivai. I cuccioli che manifestano la malattia presentano una coppia di geni, trasmessi dai genitori, alterati. I soggetti, invece, che presentano solo un gene alterato, fungono da portatori e non manifesteranno mai la sintomatologia, ma potranno trasmetterla alla prole in seguito ad un accoppiamento non corretto.

Soggetto sano: EE
Soggetto portatore: Ee
Soggetto malato: ee

Colpisce numerose razze, tra le quali i nostri Border Collie coinvolgendo, di solito, entrambi gli occhi. La lesione che più frequentemente si evidenza è l’ipoplasia della coroide (CH), che consiste in un alterato sviluppo di questo tessuto, costituito da un insieme di vasi che irrorano correttamente la retina. Questa forma di malattia, la più frequente, non provoca particolari problemi di salute all’animale e non sembra peggiorare nel tempo a differenza, invece, delle forme più gravi (coloboma, distacco della retina ed emorragia oculare) che causano cecità e dolore e che si manifestano entro i primi 2 anni di vita.

La diagnosi si può fare nei cuccioli attraverso un esame oftalmoscopico (esame dell’occhio) tra la 5ª – 7ª settimana di vita. Andando oltre con i giorni si rischia, nei soggetti affetti dalla forma più lieve, di non poter effettuare una corretta diagnosi a causa della pigmentazione della coroide che rende impossibile il riconoscimento delle lesioni.

Inoltre, esistono dei test genetici da effettuare sulla cucciolata, che permettono di riconoscere esattamente i soggetti sani, portatori o malati e poter così programmare al meglio i successivi accoppiamenti.

Dott. Andrea Carrano